SEGRETERIA NAZIONALE DI SCIENZA DELLE COSTRUZIONI - Note

Disclaimer

I contenuti offerti dal sito web della Segreteria Nazionale del S.S.D. ICAR/08 sono stati redatti con la massima cura e diligenza e sottoposti ad un accurato controllo da parte della Segreteria stessa. La Segreteria Nazionale, tuttavia, declina ogni responsabilità, diretta e indiretta, nei confronti degli utenti e in generale di qualsiasi terzo, per eventuali ritardi, imprecisioni, errori, omissioni, danni (diretti, indiretti, conseguenti, punibili e sanzionabili) derivanti dai suddetti contenuti.

Testi, foto, grafica, materiali audio e video presenti sul sito web non potranno essere pubblicati, riscritti, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte degli utenti e dei terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, senza la preventiva autorizzazione scritta da parte della Segreteria Nazionale.

Note tecniche

Per una corretta visualizzazione del sito è necessario utilizzare un browser che supporti il linguaggio JavaScript. Il sito è stato testato su Mozilla Firefox e su Microsoft Internet Explorer. Si consiglia una risoluzione dello schermo minima di 1024x768 pixel.

Il sito è conforme alle specifiche XHTML 1.0 Strict del World Wide Web Consortium (W3C). I fogli di stile CSS sono conformi alle Specifiche CSS 2.1.

GALILEO GALILEI (Pisa, 1564 - Arcetri, 1642)

«Imperò che figuriamoci il prisma solido ABCD, fitto in un muro dalla parete AB, e nell’altra estremità s’intenda la forza del peso E (intendendo sempre, il muro esser eretto all’orizzonte, ed il prisma o cilindro fitto nel muro ad angoli retti): è manifesto che, dovendosi spezzare, si romperà nel luogo B, dove il taglio del muro serve per sostegno, e la BC per la parte della leva dove si pone la forza e la grossezza del solido BA è l’altra parte della leva, nella quale è posta la resistenza, che consiste nello staccamento che s’ha da fare della parte del solido BD, che è fuor del muro, da quella che è dentro; e per le cose dichiarate, il momento della forza posta in C al momento della resistenza, che sta nella grossezza del prisma, cioè nell’attaccamento della base BA; e però l’assoluta resistenza all’esser rotto, che è nel prisma BD (la quale assoluta resistenza è quella che si fa col tirarlo per diritto, perché allora tanto è il moto del movente quanto quello mosso), all’esser rotto con l’aiuto della leva BC, ha la medesima proporzione che la lunghezza BC alla metà di AB nel prisma, che nel cilindro è il semidiametro della sua base. E questa sia la nostra prima proposizione.»

Galileo Galilei, Discorsi e dimostrazioni matematiche intorno a due nuove scienze attinenti alla mecanica ed i movimenti locali, Leiden, 1638.

URL di questa pagina:
© 2009 Tutti i diritti riservati
Valid XHTML 1.0 transitional CSS Valido!